Alberto Colorni, docente al Politecnico di Milano e direttore del centro Metid (Metodi e tecnologie innovative per la didattica) è sicuro, bisogna togliere la “e” de e-learning, il fatto è che distinguere fra e-learning e insegnamento tradizionale non ha oggi più alcun senso, ormai le tecnologie dell’informazione sono presenti in ogni processo sociale e di formazione.

Nessuna serie A e serie B quindi, oramai la formazione è il risultato di tutte le metodologie presenti che danno valore all’università tradizionale, le nuove tecnologie sono solo un valore aggiunto.

Ora il problema secondo Colorni è che questa consapevolezza deve necessariamente tradursi in percorsi didattici e organizzativi appropriati che sfruttino tutte le armi a nostra disposizione omogeneamente in tutto il territorio italiano, evitando la cosiddetta macchia di leopardo.

Annunci