Formazione universitaria - laurearsi in pensioneSe ne legge sempre più spesso, tra le curiosità di giornali, in televisione o in articoli di blog e siti internet. I pensionati amano la formazione universitaria, farsi una cultura e laurearsi. La corona di alloro non è quindi una prospettiva irrealizzabile, visto che molti istituti di preparazione aiutano persone di tutte le età a conseguire questo titolo di studio. Anzi, è quasi uno status symbol, una piccola moda della moderna terza età.
Non riguarda le prospettive di occupazione o il desiderio di migliorare la propria condizione professionale e fare carriera. Quando un pensionato decide di iscriversi all’università e conseguire una laurea, il bisogno è quello di aggiungere qualcosa alla propria persona. I figli sono sistemati, i problemi di impiego dovrebbero essere parte del passato. Insomma: si ha tempo è voglia di farsi una cultura.
La spinta verso una laurea nasce sempre dal desiderio inespresso in gioventù per via di senso del dovere verso la famiglia, il compagno o la necessità di un’indipendenza economica. Con la disponibilità di corsi online, enti di formazione universitaria e molte altre formule e soluzioni, questa spinta viene sostenuta fino alla corona d’alloro. E allora: laurearsi in pensione, perché no?

Annunci